Il pastore tedesco: una razza sempre di moda

pastore tedescoParlare di moda per quanto riguarda le razze di cani sembra un poco assurdo; in realtà anche in questo ambito ci sono dei veri e propri trend del momento, che portano ad un’improvvisa ampia diffusione dei cuccioli di una particolare razza a scapito di altre, in un continuo alternarsi. Per quanto riguarda il pastore tedesco invece questa moda sembra sempre presente, visto che si tratta di uno dei cani più amati e diffusi in tutta Europa. Per altro stiamo parlando di un cane adatto alle famiglie come ai single, perfetto per la vita all’aria aperta ma che può vivere anche in appartamento, che si può sfruttare anche come cane da guardia. I cuccioli di pastore tedesco sono disponibili in molti allevamenti in tutta Europa, per scegliere quello “giusto” è consigliabile valutare bene quali siano le motivazioni che ci spingono ad acquistare proprio questa razza.

L’origine del pastore tedesco

Come dichiara anche il nome della razza il cane da pastore tedesco nasce in Germania e in Austria proprio per essere utilizzato per pascolare gli animali. Stiamo quindi parlando di un cane da lavoro, che la leggenda narra sia nato dall’incrocio tra un cane da pastore e un lupo selvatico. In effetti nello sviluppo della razza sono subentrati numerosi incroci, c’è chi dice anche con un lupo all’interno di uno zoo. La razza effettiva è stata fissata nel corso dell’800, anche se sicuramente nei decenni precedenti esistevano già alcuni esemplari simili al pastore tedesco che possiamo vedere oggi. In Italia molti continuano a chiamarlo cane lupo, per la somiglianza con l’antico progenitore selvatico; ma in realtà non ci sono motivi per appellare proprio il pastore tedesco in questo modo, soprattutto oggi visto che circolano numerose razze molto più vicine al lupo selvatico di quanto non sia il pastore tedesco.

L’aspetto di un pastore tedesco

Il cane da pastore tedesco è un cane con una taglia media o medio grande, che può raggiungere i 30-40 chilogrammi di peso (le femmine in genere non supera o 25-30 kg) e i 60 cm al garrese. Il pelo è compatto e fitto, duro e abbastanza corto, soprattutto in alcune zone. All’interno della medesima razza si distingue anche il pastore tedesco a pelo lungo, con peli soffici e lanosi. Il colore è nero, con possibilità di vedere nei soggetti dir azza pura focature più o meno evidenti, sulla testa, sulle zampe sulla pancia; nonostante molti ritengano che il pastore tedesco sia tipicamente di colore nero con focature rossicce, esistono esemplari completamente neri, o anche con focature grigie o di colore molto chiaro.

Un animale versatile

L’enorme diffusione del pastore tedesco nel mondo è dovuta all’elevata versatilità dovuta al carattere di questo cane. Stiamo parlando infatti di un animale di grande intelligenza, che viene infatti impiegato anche come cane poliziotto, per la guardia o anche per il suo scopo principale, ossia fare la guardina. Se allevato in famiglia è un animale perfetto per diventare l’amico fidato dei bambini, anche molto piccoli, che accudisce come fossero suoi cuccioli.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi