Nuovo forno crematorio per animali domestici in provincia di Venezia

cat-649164_960_720A Fossò, in provincia di Venezia (o, meglio, nell’area metropolitana di Venezia), sta per essere realizzato un nuovo forno crematorio per animali domestici, un inceneritore per piccoli animali da compagnia, che permetterà a chi lo vorrà di assistere alla cremazione per dare l’ultimo saluto ai loro piccoli amici. Siamo consapevoli che, per quanto intuibile, la morte di un animale domestico possa causare un forte dolore, e che spesso questo dolore non è nemmeno accompagnato dalla possibilità di poter dare al proprio caro animale domestico una degna sepoltura. Per questo motivo, la notizia di un forno per la cremazione dei cani o dei gatti assume una buona rilevanza.

E così, dopo aver ricevuto il parere positivo di Ulss 13, Vigili del Fuoco, Veritas e Conferenza dei servizi della Città metropolitana di Venezia, la ditta Eden srl si occuperà della realizzazione dell’inceneritore, che sorgerà nella zona industriale di Fossò, presumibilmente all’interno di uno dei capannoni di cui la stessa Eden è proprietaria. La società aveva fatto richiesta tempo fa, cogliendo l’amministrazione comunale di sorpresa. La stessa amministrazione comunale aveva poi cercato di tastare la sensibilità della comunità, riunendo cittadini e titolari di attività della zona industriale, e domandando cosa ne pensassero di una simile iniziativa. A quanto pare, non solo non vi sarebbero state grandi opposizioni, ma sarebbe stato notevole il numero di coloro che hanno supportato il progetto che, infine, è giunto in consiglio comunale.

A questo punto, ricorda la stampa locale, l’unica perplessità sembra essere relativa ai fumi, con il dubbio (più o meno concreto, a seconda di come la si pensi) che possano rivelarsi inquinanti. L’ipotesi è stata comunque fugata dalla società Eden, che ha presentato una apposita documentazione sanitaria che cerca di rassicurare gli animi di coloro che ritengono che possa trattarsi di un impianto nocivo per il benessere dell’area. Pertanto, parere positivo anche da parte del consiglio comunale, che ora passerà alla verifica delle autorizzazioni edilizie, ultimo step prima di porre in essere questo innovativo impianto.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi