A cavallo del nobile ‘Andaluso’

cavallo andalusoLe origini di questa razza risalgono all’epoca dei Mori della Spagna, quando fu introdotta nel paese e dalla quale nacquero altri incroci dall’incontro con altre razze indigene, come il Berbero, originario del nord Africa. Dall’incontro di queste razze ne derivò l’odierno Andaluso, dal caratteristico “paso de andatura” adatto alle parate per il suo incedere ‘saltellato’.

L’Andalusa è una specie molto stimata in Europa, che ebbe influssi anche su altre razze come quella del Lusitano. Se la razza è sopravvissuta sino ai nostri giorni così pura, lo si deve all’opera dei monaci certosini del XV sec. dei monasteri di Jerez, Siviglia e Cazallo. Il primo allevamento di questa specie equina risale a Filippo II che, nel 1571, fondò le scuderie reali di Cordoba.

La razza Andalusa ha influenzato molte razze europee pregiate e anche quelle americane grazie agli esemplari che Cristoforo Colombo portò nel Nuovo Mondo.

Alcune razze europee hanno risentito dell’influsso del sangue andaluso e fra esse il Friesian, l’Hackney, il Lipizzano, il Frederiksborg, l’Oldenburg, il Kladruber, lo Holstein, l’antico Normanno e l’Orlov. Mentre fra quelle americane la razza che ha risentito dell’influenza dell’Andaluso è il ‘Criollo’.

Le caratteristiche fisiche e il temperamento della razza

L’Andaluso ha un portamento superbo, ma un temperamento mite e dolce, dotato di grande sensibilità e intelligenza, il cavallo è equilibrato e molto versatile e si presta a moltissime specialità. Si presenta fiero, nobile e coraggioso, aperto a nuovi input.

I tratti fisici sono caratterizzati da una definizione muscolare e da una robustezza elegante. Il collo è muscoloso e dalla forma arcuata, la criniera folta e lunga. Le spalle sono possenti e curve, il torace largo e l’addome arrotondato.
Le zampe dell’Andaluso sono muscolose e molto solide, questo esemplare si caratterizza per le sue eccellenti articolazioni che rendono i movimenti molto accentuati.
L’Andaluso ha una statura piccola e i mantelli più comuni sono
il grigio, baio, baio scuro e il morello.

Dotato di eccellente agilità e leggerezza malgrado il suo fisico massiccio, non è velocissimo come cavallo, ma molto scenico grazie alla potenza dei movimenti e all’aspetto fluente di coda e criniera. Anche il mantello è molto particolare perché raro soprattutto il morello, il più richiesto.

La sua solidità e il carattere stabile ed equilibrato ne fanno iun ottimo compagno di passeggiate, mentre la classe e l’eleganza, come anche la leggerezza lo qualificano come il miglior cavallo per l’Alta Scuola e per il dressage.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi