Avere un pet rende felici ma… quanto?

Una cosa sembra essere certa: avere un animale domestico rende più felici. Tuttavia, attenzione a non dare per scontata questa correlazione, per lo meno nelle misure forti che magari sono introdotte nella vostra consapevolezza. Una recente ricerca ha infatti avuto modo di mettere a confronto due diversi studi che misurano il livello di felicità in giro per il mondo e la disponibilità di animali domestici, scoprendo degli aspetti davvero molto interessanti.

In particolar modo, è emerso che in Argentina, in Messico e negli Stati Uniti gli animali domestici sarebbero realmente in grado di portare la felicità nella vita dei loro padroni, ma in altri luoghi come in Europa Occidentale (Germania, Olanda, Svezia e Regno Unito), non ci sarebbero così tante differenze di felicità tra coloro che hanno un animale domestico, e coloro che invece non ne hanno uno.

Ancora, dalla stessa analisi incrociata è emerso che i Paesi asiatici come Cina, Giappone e Corea del Nord, non vantano una grande presenza di animali domestici, e che il loro indice di felicità è relativamente basso rispetto al resto del mondo. I ricercatori hanno dunque stabilito che l’indice di felicità potrebbe effettivamente salire se le persone iniziassero a circondarsi di animali domestici da compagnia.

Infine, in altri Paesi come l’Italia (o come la Russia, o come la Polonia) gli animali domestici sono molto più diffusi, ma il livello di felicità è relativamente basso. Insomma, da noi, come in altre nazioni, non vi sarebbe alcuna correlazione tra la presenza di animali domestici e la felicità.

Naturalmente, una simile ricerca non può che aprire importanti margini di discussione e di valutazione. Noi riteniamo che la presenza di un animale domestico all’interno di un nucleo familiare possa apportare maggiore felicità, ma ovviamente tutto dipenderà dal contesto e dai protagonisti “umani” della relazione, considerando che molte persone vivono molto bene anche senza la compagnia di un pet.

Insomma, riassumendo: in Germania, Regno Unito, Olanda, Svezia, le persone sono felici anche con pochi animali. In Canada, Australia, Belgio, Stati Uniti, Brasile, Messico, Argentina, Spagna, Francia e Repubblica Ceca, vi sarebbe una correlazione tra la presenza di animali e la felicità. In Italia, Russia e Polonia, la presenza di tanti animali domestici nella società non sembra essere in grado di produrre particolare felicità diffusa. E voi che ne pensate? Siete d’accordo con le conclusioni cui è stata sottoposta l’Italia?

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *