La scabbia nei cavalli

scabbiaChi ha un cavallo deve sapersene prendere cura da tutti i punti di vista, igienico, alimentare etc… Se dovesse accadere qualcosa di anomalo all’animale, trascorrendoci molto tempo insieme, dovremmo accorgerci e riconoscere i sintomi di un disturbo o malessere in atto. Sebbene sia un animale forte e resistente, anche il cavallo può subire una malattia. E la scabbia è una di queste.

La scabbia è una malattia che colpisce la pelle dei cavalli, un’irritazione della cute procurata da agenti esterni e parassiti.
La scabbia procura all’animale un intenso prurito lungo tutto il suo manto interessando alcune zone in particolare.

La malattia si verifica soprattutto nei mesi estivi con le temperature più calde, quando le zanzare – responsabili di veicolarle – le diffondono causando un aumento dei casi di scabbia.

Un modo efficace per prevenire la scabbia è quello di mantenere pulita sia della stalla che il cavallo perché un ambiente sudicio e trascurato, poco igienico, è il luogo incline alla proliferazione del parassita e della malattia.

Vi sono diversi tipi di scabbia ed una fra queste è la ‘sarcoptica’, originata da un parassita che si insinua scavando nella pelle del cavallo, deponendovi le uova. Questo tipo di parassita si riproduce in molte zone del corpo del cavallo, sulle labbra, negli occhi, nelle orecchie, sulla schiena, nella zona del collo e nel garrese.


Un’altra forma di scabbia è la ‘demolettica’, che colpisce soprattutto le aree dove il pelo è folto e le articolazioni. La scabbia si trasmette solitamente per contatto diretto con il parassita causando un forte fastidio, un prurito, al quale il cavallo reagisce dimenando la testa furiosamente. Il pelo diventa opaco e si riempie di croste e vesciche.

Fra gli altri sintomi compare la febbre, il rigonfiamento dei linfonodi indebolimento del cavallo, dimagrimento e inappetenza.


Le terapie per curare la scabbia iniziano dalla rasatura del pelo sulla criniera. Si deve, inoltre, lavare la pelle a fondo e passando una spazzola morbida, con acqua e sapone soprattutto nei punti in cui è si trova la scabbia.

E’ necessario consultare un veterinario per curare la scabbia del cavallo. Si dovranno effettuare esami specifici per individuare le cause della malattia e poter adottare la cura più indicata.
La terapia prevede l’assunzione di medicine per via orale, di antibiotici e di antinfiammatori, oltre al taglio del manto e della criniera e le costanti spazzolate.


Il cavallo dovrà essere lavato con shampoo e prodotti mirati e andranno eseguiti massaggi con creme lenitive che facilitare la cicatrizzazione delle lesioni e alleviare il prurito.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi