La razza selvaggia, ‘Mustang’

cavallo mustangFra le tante razze di cavalli compare l’indomita e selvaggia americana ‘Mustang’, introdotta nell’America del Nord dagli spagnoli.

La Mustang è una razza dall’indole scontrosa e selvaggia, nota per il suo tratto ‘randagio’, tipica delle praterie del West americano. Il carattere rude di questa specie è sicuramente legato alla libertà di cui hanno sempre goduto in passato, quando vivevano liberi nelle grandi pianure.

Come abbiamo accennato le origini della razza Mustang sono in realtà spagnole, i primi esemplari furono importati dai proprio ‘conquistadores’ all’epoca di Cristoforo Colombo.
Lo stesso nome – Mustang – ha un’etimologia spagnola, deriva infatti dalla parola “mesteño” ovvero “randagio”.

Il Mustang nasce dalla mescolanza di altre razze locali ed europee, da cavalli iberici che hanno una discendenza araba e andalusa. Grazie alla sopravvivenza di alcuni, abbiamo oggi questa razza di cui, tuttavia, rimangono solo pochi esemplari.

I tratti del Mustang

Il Mustang misura un’altezza al garrese di 140-150 cm, il suo fisico è leggero capace di movimenti agili. Il mantello può avere diversi colori. Il carattere del Mustang è fiero, altezzoso, un esemplare molto utilizzato nei rodei spettacolari.

L’AMA – American Mustang Association – nata con l’intento di raccogliere e preservare i pedigree dei cavalli Mustang in base alla forma e alle caratteristiche fisiche, delinea tre tipologie di Mustang: ‘Jennet’, ‘Barb’ e ‘andalusi’. Tutte e tre le tipologie di specie hanno tratti e caratteri simili.

Il Mustang ha un portamento fiero, ad iniziare dai tratti della sua testa, dalla fronte ampia con narici che mostrano tutto lo sforzo fisico compiuto. Lo sguardo del Mustang si mostra tagliente e vigile. Il profilo perfetto.
Non passeranno inosservati alcuni tratti tipici del Mustang che lo rendono riconoscibile ad un occhio intenditore ed esperto: spalle alte, leggermente inclinate, una cresta sul collo, il dorso corto con dei fianchi definiti, muscolosi e possenti.
La classe e la raffinatezza di questo animale sono percepibili in ogni tratto, in particolare le zampe del Mustang sono affusolate e dritte. La groppa è arrotondata e la coda bassa.
Il Mustang americano è un cavallo bello esteticamente e molto vigoroso, forte, al contempo elegante. In contrasto con le sue origini che lo vogliono selvaggio e rude.
Le razze equine esistenti oggi sono il risultato di molte selezioni fatte dall’uomo nel tempo. Prima le caratteristiche delle specie equine erano il prodotto di fattori ambientali. Il cavallo era un supporto molto importante nei lavori dei campi e delle fattorie, come anche nel trasporto, quindi la selezione doveva prendere in considerazione questi aspetti e far sì che venissero selezionati specie contraddistingue dalla forza e dal vigore.

Con il tempo sono cambiati i bisogni e anche le selezioni hanno preso altri punti di riferimento in base alle prestazioni atletiche del cavallo per correre, saltare e altre doti richieste dalle discipline sportive, oppure in base a dei requisiti estetici.

Alcuni esemplari sono più distinguibili rispetto ad altri, sta di fatto che si contano tante razze di cavalli e alcune condividono dei tratti, altre sono profondamente diverse.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi