Come prevenire l’obesità del proprio cane

Prevenire le condizioni di obesità del proprio cane con l’esercizio fisico e con la giusta dieta è fondamentale al fine di evitargli dei pregiudizi che potrebbero anche essere molto gravi per la propria salute. Ma come fare per poter prevenire un cane troppo grasso puntando su un giusto esercizio fisico?

In primo luogo, bene ricordare che è fondamentale accompagnare la giusta dieta metabolica con l’esercizio fisico, stando attenti magari a non esagerare: non bisogna infatti affaticare né il cuore né le articolazioni del cane, perché il rischio sarebbe quello di arrivare a dei risultati esattamente opposti a quelli a cui mirate. Mai dunque costringere l’animale a un eccessivo movimento: non ha alcun senso – anzi, è molto nocivo – indurre il cane a un esercizio fisico eccessivo e concentrato in una o poche sessioni, se durante il resto dell’anno lo si impigrisce.

Inoltre, è sempre bene parlarne con il medico veterinario, soprattutto se si accompagnerà – come dovuto – un cambio di abitudini fisiche a un cambio di dieta. Il veterinario esaminerà periodicamente lo stato di salute del cane, suggerendo come modificare il suo regime alimentare.

Inoltre, aumentando gradualmente l’esercizio fisico, ed evitando eccessi, il proprietario sarà facilmente in grado altresì di cambiare il suo comportamento. Per esempio, si potrebbero usare meccanismi di premio per rinforzare un comportamento positivo, stando attendi – evidentemente – a conteggiarli come parte dell’introito calorico giornaliero.

A proposito di stile di vita, bisogna purtroppo condividere una triste verità: molti proprietari dedicano troppo poco tempo al cane. La conseguenza è ben nota: il proprio amico a quattro zampe finisce con l’avere una vita eccessivamente sedentaria, fatta di abbuffate, divano e sporadiche passeggiate attorno all’isolato.

Ricordate invece che il cane ha bisogno di muoversi, e non solo per bruciare energie eccessive! Il cane è un animale sociale, e dunque vuole dei contatti con gli altri. Considerato che lui è naturalmente portato a ciò, il cambiamento di stile di vita dovrà prima di tutto essere nei proprietari, che dovrebbero avere come priorità quella di dare al proprio pet quella forma fisica che è suo diritto naturale avere e che, il più delle volte, sono i proprietari a fargli perdere.

E nel caso in cui per lavoro o problemi personali non si sia in grado di soddisfare le sue esigenze motorie? Meglio allora affidarsi a un professionista, un dog-walker che possa divenire una sorta di il personal trainer del nostro cane. E, infine, ricordarsi che la prevenzione è molto più facile della cura. Bene dunque integrare un regime di attività fisica nella quotidianità del cane, procedendo sempre per gradi!

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi