Come far dimagrire il proprio gatto

gatto somaloAiutare un gatto a perdere peso è la cosa più importante da fare per garantire al micio una buona salute e del benessere a lungo termine. Ma in che modo riuscirci?

Iniziamo con il ricordare che l’obesità è causata, in parte, dallo stile di vita sedentario di un gatto. Un’alimentazione eccessiva e troppa pigrizia possono avere effetti collaterali negativi sul peso. Non solo, anche il modo in cui i gatti interagiscono tra loro è un fattore determinante: i gatti sono territoriali e la competizione tra esemplari può portare ad un’alimentazione eccessiva.

Come se non bastasse, perfino il modo con cui ci relazioniamo con i nostri gatti è importante. Sostituire il tempo di pigrizia con del tempo dedicato al gioco e arricchire l’ambiente del gatto con giochi e ostacoli è un buon punto di partenza. Detto ciò, abbiamo ipotizzato tre piccole linee guida per poter permettere al proprio gatto di avere un buon peso forma.

Controllare calorie e grassi

Controllare calorie e grassi è il modo migliore per aiutare un gatto a perdere peso dal punto di vista alimentare.  Nella maggior parte dei casi, seguire una dieta che fornisce dal 60% al 70% delle calorie necessarie per mantenere l’attuale peso corporeo del gatto è un punto di partenza sicuro per la perdita di peso. Un veterinario potrà naturalmente aiutare a determinare la giusta dieta.

Date da mangiare ai gatti alimenti a base di carne, altamente digeribili. I gatti sono carnivori, e ottengono sostanze nutritive in forme che si trovano solo nella carne. Un alimento altamente digeribile con la carne come principale fonte proteica può dunque aiutare a prevenire l’aumento di peso.

Ancora, aumentate la percentuale di cibi in scatola e crudi nella dieta quotidiana del gatto, poiché tali alimenti sono ricchi di proteine, poveri di carboidrati e meno densi caloricamente rispetto agli alimenti secchi. Provate inoltre a rendere i pasti più piccoli ma più frequenti. I gatti più sani e attivi hanno bisogno di circa 250-300 kcal al giorno a seconda della taglia e della razza. Considerate il livello di attività del gatto e le linee guida sull’alimentazione per calcolare quanto il gatto ha bisogno ogni giorno.

Infine, sottolineiamo come la perdita di peso dovrebbe avvenire ad un tasso non superiore al 3-4% del peso corporeo totale del gatto al mese per ridurre il rischio di lipidosi epatica o di malattie epatiche grasse.

Aumentare i giochi

Lo studio, “Human-Animal Relationship of Owners of Normal and Overweight Cats” ha dimostrato che i proprietari di gatti con un peso sano hanno giocato con i loro gatti più spesso dei proprietari di gatti in sovrappeso. L’introduzione di nuovi giochi nella routine quotidiana del gatto può ridurre la noia, abbassare la tensione, migliorare la coordinazione e aiutare i gatti a legare con la loro famiglia umana.

Non dovete pertanto far altro che cercare di capire quali siano i giochi preferiti dai gatti (di norma, quelli che sembrano prede!). Scoprite anche il colore preferito del gatto e provate l’erba gatta o caprifoglio per attirare l’interesse di un gatto nei confronti di un giocattolo.

Creare un ambiente più movimentato

Cercate di creare un ambiente domestico più amichevoli ai comportamenti naturali di un gatto in modo che possa aumentare la sua attività e ridurre lo stress. Lo stress può infatti essere un fattore che conduce all’aumento di peso!

Per farlo, sarà sufficiente aggiungere elementi nuovi all’ambiente (nascondigli, ostacoli, ecc.), creare spazi verticali (i gatti tendono a sentirsi sicuri quando possono ritirarsi in spazi elevati) e fornire diverse aree di alimentazione.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi