Baci e leccatine dai nostri amici cani? Meglio di no…

p86733-620x350L’abitudine di farsi baciare e leccare il viso dai nostri amici cani è molto diffusa ma, secondo quanto afferma un recente studio condotto sul New York Times, sarebbe bene evitare di ricorrere a tale prassi.

Stando a quanto, ad esempio, sostenuto da Neilanjan Nandi, professore alla Drexel University Medicine di Philadelphia, la bocca della maggior parte degli animali ospita una incredibile quantità di virus, di batteri e di lieviti. Il motivo è semplice, e i nostri amici a quattro zampe non hanno alcuna colpa: nella saliva dei cani, infatti, sono contenute non solamente delle proteine che sono utili per poter disinfettare e per pulire le ferite, quanto anche organismi specifici che i cani tollerano bene, ma che l’uomo in realtà non è in grado di tollerare o combattere. In pratica, alcuni batteri che sono naturalmente presenti nella bocca degli animali possono – se trasmessi all’uomo – causare malattie.

Ad ogni modo, meglio non esagerare con le preoccupazioni. Come spiegato dal dottor Leni K. Kaplan, veterinario alla Cornell University, con dichiarazioni riportate sul quotidiano La Repubblica, infatti, “quando la saliva del cane tocca la pelle dell’uomo intatta e la persona è sana è assai improbabile che si verifichino infezioni. Gli agenti patogeni contenuti nella saliva possono per la verità essere assorbiti attraverso le mucose del naso, della bocca e degli occhi, ma anche in questo caso la trasmissione delle malattie è davvero rara”.

Non tutti la pensano però così. Il professore di virologia John Oxford, della Queen Mary University di Londra, ha ad esempio dichiarato di non farsi mai leccare da un cane sulla faccia “perché i cani passano la metà della loro vita infilando il naso negli angoli più sporchi, compresi gli escrementi degli altri cani pieni di batteri e virus”.

Per trovare una giusta via di mezzo, meglio allora vaccinare i propri cani, sverminare i cuccioli e tenere gli animali domestici lontani dalle feci di altri animali. Ricordate che di norma una “leccatina” del cane non provoca alcun problema: i maggiori pregiudizi possono però insorgere in pazienti particolarmente debilitati o immunodpressi, con quadro clinico già compromesso…

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi