Animali domestici? Partner perfetto per gli anziani!

Che gli animali domestici fossero un fantastico toccasana per le persone anziane era già noto, visto e considerato che attraverso un cane, un gatto un altro pet, le persone con qualche anno in più sulle spalle riescono a sentirsi meno sole, a tenere allenata la propria mente, a sentirsi più utili e dedicarsi a un altro essere viventi. Non solo: moltissimi studi hanno confermato che la presenza di un animale domestico nel proprio spazio abitativo contribuisca ad allungare e migliorare la qualità della vita delle persone.

A conferma di ciò sono giunte altre osservazioni nel corso degli ultimi mesi, che evidenziano come un anziano che si prende cura di un animale domestico possa ottenere importanti benefici sotto il profilo psicologico e fisico, aiutando così se stesso a prevenire il tipico declino cognitivo al quale è sottoposto.

Ad ogni modo, per poter ottenere i migliori vantaggi è necessario anzitutto scegliere con cura l’animale da compagnia. Per l’anziano è meglio evitare cuccioli e razze di cane molto energiche, poiché una persona avanti con l’età potrebbe avere difficoltà nel gestire le esigenze di questi animali. Meglio orientarsi invece su animali già adulti, addestrati e gestibili, e non ultimo scegliere anche la taglia e il tipo di animale sulla base delle funzioni motorie dell’anziano.

Detto ciò, immediati saranno i benefici. Il primo, in ordine di tempo, è che l’anziano non si sentirà più solo, e sentirà di vere una maggiore responsabilità nei confronti dell’animale domestico, con impegno e azioni da ricordare e da compiere ogni giorno. Ciò contribuirà al sentirsi utili, a aumentare l’autostima e avere qualcosa da fare.

Miglioreranno con il tempo le funzionalità esecutive, come la pianificazione, la programmazione e lo svolgimento di diversi compiti, così come la memoria verbale, le funzioni motorie, la memoria prospettica, la gestione delle emozioni, la percezione affettiva, l’elasticità mentale.

Insomma, gli animali sono capaci di dare affetto e stimoli, contribuendo a far rilassare e distrarre la persona anziana. Una pet therapy facilmente accessibile, che consigliamo a tutti – anziani e non! – di valutare quanto prima per poter consolidare i migliori vantaggi!

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *