Come aiutare gli animali domestici a superare il terremoto

dog-280332_960_720Anche se il tema è stato sottovalutato nel corso degli ultimi giorni, non bisogna mai dimenticare che anche gli animali domestici soffrono lo stress del terremoto, e che pertanto ai loro proprietari è richiesto uno sforzo per poter aiutare i pets a superare tale momento.

“Anche Micio e Fido sentono il terremoto. Come in altri casi (vedi botti di Capodanno) si spaventano e rischiano di restare vittime degli eventi, come i loro amici umani” – ha in proposito scritto un recente comunicato a firma dell’Associazione italiana difesa animali ed ambiente (Aidaa), che con l’occasione ha fornito una serie di consigli da tenere a mente per poter aiutare i nostri amici a quattro zampe ad affrontare questi eventi e a superare le difficoltà che possono aver provato e possono provare.

Ma quali sono i principali consigli che ci sentiamo di riportare su queste pagine e, pertanto, di condividere con tutti voi? In primo luogo sarebbe bene “evitare assolutamente di tenere i cani alla catena, potrebbero spaventarsi e impiccarsi loro stessi nel tentativo di liberarsi”. Pertanto, consiglia l’associazione, se si hanno degli animali in casa e si decide di uscire all’aperto, meglio “portarli con noi, tenere sempre i cani al guinzaglio corto e i gatti nei trasportini, portare con sé una buona dose di crocchette e la ciotola dell’acqua”.

Ulteriormente, se si sceglie di rimanere nell’appartamento, prosegue l’Aidaa, “portare in casa tutti gli animali che si trovano in giardino, far sentire loro un’atmosfera che sia la più normale possibile, evitando gli attacchi di panico, ma soprattutto tenere la radio e la luce accesa, in modo che l’animale si senta tranquillo. In ogni circostanza parlate con loro a bassa voce e accarezzateli continuamente, per infondere coraggio. Date loro come premio ogni tanto una delle crocchette preferite”.

Naturalmente, se questi accorgimenti non sono sufficienti, e se ritenete che il vostro animale domestico abbia dei comportamenti non ordinari o anomali, o se ancora avete comunque il dubbio che possa aver subito degli effetti particolarmente negativi dal terremoto, il nostro consiglio è quello di parlarne apertamente con il vostro veterinario, evitando qualsiasi indugio e permettendo così al vostro pet di ritrovare il giusto stato d’animo.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi